giovedì 20 luglio 2006

Crostata con crema al cioccolato fondente e pesche
ovvero...come prendere un importatore per la gola! ;-)
Ingredienti
Per la pasta frolla:
200 g di farina
100 g di zucchero
75 g di burro
un uovo
un limone non trattato
(oppure 1 dose di pastafrolla pronta, acquistata o preparata secondo la vostra ricetta preferita)
Per la crema:
200 g di cioccolato fondente
60 g di fecola di patate
100 g di zucchero
1/2 litro di latte
1 stecca di vaniglia
2 cucchiai di...Recioto di Soave Docg ovviamente! -se proprio proprio non ce l'avete ed è un vero peccato ;-) potete sostituirlo con un altro passito bianco-
Per completare:
2 pesche mature
1 ciuffetto di menta
Ho preparato la pasta frolla impastando la farina con lo zucchero, il burro a pezzetti, l'uovo e la scorza grattugiata del limone; ho formato una palla e l'ho messa in frigorifero per una mezz'ora, avvolta nella pellicola trasparente.
Nel frattempo ho tritato il cioccolato. Ho portato a bollore il latte con la stecca di vaniglia incisa e ho poi spento il fuoco.
In un'altra casseruola ho unito fecola e zucchero, unendo senza smettere di mescolare il latte caldo (senza la stecca di vaniglia) e il Recioto; ho riportato a bollore e ho aggiunto quindi il cioccolato tritato, mescolando affinchè si sciolga per bene e proseguendo la cottura a fuoco dolce fino a fare addensare la crema. Poi l'ho tolta dal fuoco e lasciata raffreddare (ogni tanto bisogna mescolare per evitare che si formi una pellicina superficiale).
Ho steso la frolla su una tortiera per crostate di circa 18 cm di diametro ben imburrata. L'ho bucherellata sul fondo, l'ho coperta con della carta forno e vi ho messo sopra i soliti, cari, vecchi fagioli secchi. In forno a 180° per circa 20 minuti.
Poi ho levato fagioli e carta e l'ho rimessa in forno fino a quando anche la parte interna si è cotta.
Mentre la pasta si cuoceva, ho sbollentato per 1-2 minuti le pesche ben lavate; le ho fatte raffreddare e le ho tagliate a spicchi il più possibile regolari.
Quando la frolla si è raffreddata, l'ho ricoperta con la crema al cioccolato preparata. Ho infine disposto in modo concentrico gli spicchi di pesca e nel mezzo ho messo un ciuffetto di menta.
Va tenuta in frigorifero e servita ben fredda!

3 commenti:

Francesca ha detto...

eccomi da te: non conosco questo metodo di cuocere la pasta frolla ricoperta da carta forno e fagioli secchi. Fai così per ottenere che risultato? Grazie e quando la farò (ormai me la segno per settembre) ti farò sapere. Ciao!

val ha detto...

Su tutti i ricettari ho sempre trovato questo metodo e anche mia nonna faceva sempre così, perciò sinceramente non ho mai provato diversamente! Comunque serve per cuocere le basi di frolla evitando che la pasta si alzi durante la cottura. Ovviamente quando si fanno crostate con ripieni che vanno cotti insieme alla base non serve, perchè il peso del ripieno evita questo problema; ma se si ha bisogno di cuocere la crostata senza ripieno serve un peso (che non si alteri con il calore), o perlomeno dovrebbe servire... tu come fai di solito?

Orchidea ha detto...

Cavolo... questa la devo assolutamente provare... sarei curiosa di vedere com'é...
Anche mi mamma mi ha insegnato a cuocerla così per il motivo che hai spiegato tu.
Ciao.