giovedì 27 settembre 2007

Meme "8 cose su di me"
Parte I

Rispondendo all'invito dell'amica
Dolcetto, eccomi a propinarvi 8 parole-chiave su di me.
Purtroppo dovrò fare uno strappo alla regola e pubblicare il meme in 2 parti, visto che mi manca davvero il tempo per postare cotanto materiale!


Intensità
Lo so, è un concetto estremamente vago.
Vorrei con esso cercare di esprimere quel senso di ansia creativa, quel piacevole vuoto nel petto, quella spinta a tutto fare, tutto conoscere, tutto leggere, tutto vedere...la voglia di vivere intensamente, di lavorare intensamente, di soffrire e gioire intensamente!

Per farvi capire meglio, sono una cui gli amici dicono sempre "ma non riesci a stare ferma!", "non riesci a stare tranquilla?"



New York
Il luogo in cui più mi sono sentita viva. La città per cui provo una nostalgia costante, fisica, imbarazzante.

Chiedetemi di partire ora. In questo istante.
E io lo farò!




Leggere mangiando
Vi sembrerà pazzesco, ma per me è l'unione ideale di due dei miei massimi piaceri: la cucina e la lettura.

Quando ero bambina i miei coetanei venivano sgridati perchè guardavano la tv durante i pasti; i miei genitori, invece, dovevano vedersela con i miei libri.
Madame Bovary, Anna Karenina, le eroine di Jane Austen, ma anche Paperino e la famiglia Disney al completo sono stati per noi commensali honoris causa...

3 commenti:

Dolcetto ha detto...

Anch'io adoro leggere mangiando Val! Mia mamma mi sgridava sempre, e anche ora, che ogni tanto lo faccio, mi dice "Stai mangiando! Metti via quel libro e rilassati almeno a cena!".
Grazie per aver iniziato già a rispondere nonostante tu sia tanto presa con la vendemmia! Con tutta calma, aspetto curiosa gli altri argomenti!
Un bacione

Blog&Wine ha detto...

Ciao!
Anche qui la vendemmia è finita: siamo andati di corsa er veitare le pioggie e così non sono riuscito a tenere aggiornato il blog...
Da un po' non passo da queste parti... grazie per il messaggio, anche la musica, visto che i blog di noi produttori guardano sempre nuovi modi di comunicarsi, potrebbe essere rivalutata come "plus" nel marketing, che ne dici?
Proprio per questo è interessante l'intervento su forme a noi sconosciute di teatro... se solo non fosse così oneroso organizzare gli eventi, credo si potrebbero trovare sempre "nuovi" pubblici ai quali rivolgersi...
Quando da passerai da queste parti? dai che organizziamo qualcosa di carino a Ferrara...
A presto!

val ha detto...

@Dolcetto: Che consolazione trovare un'altra persona con lo stesso "problema"! ;-)
Ora che sono cresciuta mi riservo ancora questo piacere al mattino a colazione (mi alzo prima pur di poter leggere 5-10 minuti!) ed è uno dei più bei momenti della giornata.
un abbraccio forte

@Mirco:sììì,io non vedo l'ora di venire a Ferrara, adoro la tua città! Organizziamo dai!