venerdì 19 gennaio 2007

Vini dolci che passione...





Il mio mondo filtrato dalla dolcezza...


Sono reduce da una bellissima degustazione tra amici, giornalisti e non, tutti accomunati dalla passione morbosa per i grandi vini dolci.

Compagnia splendida, vini decisamente interessanti e glicemia non rilevabile!



Per me è stato un onore confrontare il mio Recioto di Soave Classico 2001 e 2002 con grandi vini di tutta Europa, tra cui



- Colli Piacentini Vin Santo Albarola Val di Nure 1996 Barattieri

- Heiss Trockenbeerenauslese 1998

- Vin Santo Occhio di Pernice ’94 Avignonesi



Dimenticavo: giusto per essere viziosi fino in fondo, siamo anche appassionati di formaggi, perciò la (impegnativa) degustazione è stata supportata da una gratificante selezione di formaggi stagionati ed erborinati!

4 commenti:

alice e il vino ha detto...

devo ammettere che dev'essere stata veramente interessante....adoro l'abbinamento vini dolci/formaggi .... superlativa

val ha detto...

Per me è un'accoppiata perfetta: con i dessert fatico ad apprezzare veramente i vini dolci, trovo che il risultato sia stucchevole...vuoi mettere uno Stilton, un Roquefort, un Monte Veronese stravecchio? ahimè, il colesterolo mi sale solo a citarli!

Francesca ha detto...

molto bella questa foto, ed evocativa.

val ha detto...

Grazie Francesca! Il panorama è quello che ho dal portico della mia cantina, il punto di vista è però filtrato da un calice di Recioto di Soave, ovvero un vino dolce e affascinante. Il messaggio che volevo lanciare soprattutto a me stessa (tendenzialmente pessimista, ahimè) è che a volte per avere un po' di coraggio nella vita bisogna cambiare punto di vista!