lunedì 29 gennaio 2007

La pigiatura del Recioto
Finalmente è arrivato il magico momento della pigiatura del Recioto...
I grappoli che abbiamo scelto a Settembre hanno riposato in fruttaia fino a questo momento; sono sanissimi e dolci, perchè si sono appassiti naturalmente e senza forzature grazie alla benefica corrente che scende dalla cima della collina.
Sin da bambina ho adorato questo momento. Coglievo negli adulti la soddisfazione per aver portato a compimento un processo lungo e delicatissimo, sempre caratterizzato dal rischio di perdere tutto a causa delle muffe.
Ancora oggi siamo una delle poche cantine che non usano ventilatori e condizionatori nè complicati sistemi elettronici di apertura delle finestre e bilance digitali.
Preferiamo modulare cum grano salis la preziosa corrente d'aria collinare, aprendo e chiudendo le finestre a seconda del clima esterno. Controlliamo da soli il punto di appassimento e poi decidiamo il momento migliore per pigiare.
Certo, lo ripeto, corriamo il rischio di perdere tutto. Basta che un grappolo si ammali perchè la muffa si trasmetta a tutti gli altri. Bisogna senz'altro essere doppiamente attenti.
Il risultato, però, è tutto merito nostro. E la soddisfazione ci ripaga della fatica.

8 commenti:

RoVino ha detto...

Beh, stavo cercando proprio qualche altro blog che parlasse di vino e non solo. Il tuo mi piace molto (lo sai che scrivo anche su www.lavinium.com? Lì però si parla solo di vino e affini...).
Ora ti metto fra i preferiti così non mi dimentico di venirti a trovare.
Ciao e alla prossima

val ha detto...

Benvenuto Rovino!Anche a me piace molto il tuo blog: è da un po' che lo leggo quotidianamente ed è sempre ricco di spunti interessanti! A presto allora!

Yari ha detto...

Ciao Val,
dove produci il tuo vino? Sarei curioso di ordinarlo e provarlo...

Yari ha detto...

PS. Ho letto solo ora sul tuo profilo che sei di Verona!

val ha detto...

Ciao Yari! Eh sì, vivo in campagna, sulle dolcissime colline veronesi...
Mi piacerebbe farti assaggiare il nostro Recioto; e poi qualche altro vino che ben si abbini alle tue ricette...a proposito, ho provato la tua pasta al forno: deliziosa!

Yari ha detto...

Sono contento che sia venuta bene! Ascolta, e' possibile acquistare il tuo vino? Quali sono le modalita' d'ordine e i costi?

val ha detto...

Yari,in questo blog fino ad ora sono stata "in incognito", nel senso che non volevo legare direttamente quello che scrivevo qui alla mia cantina. L'ho tenuto proprio come spazio privato e libero sfogo della mente. Perciò se hai notato non c'è scritto da nessuna parte il nome dell'azienda o dei vini. Prima o poi succederà senz'altro, ma per il momento non sono ancora pronta.
Se per te va bene, ti mando una mail con tutte le informazioni per avere il vino: sarai così uno dei pochi a conoscere la mia vera identità, eh eh!! :-)

Yari ha detto...

Immaginavo :-) Scrivimi pure, trovi la mia email sul mio profilo! Aspetto notizie! Ciao!